Elfi, Case Stregate e Astronavi

Come scrivere un racconto fantastico

 con Edoardo Rialti

 

 

Quella della fiaba, del racconto fantastico non è una via di capriccio e di facilità… La fantasia perché non sia come un cartaceo scenario di teatro dev’essere intrisa di memoria, di necessità, di realtà insomma.

Italo Calvino

 

A niente occorre piú realismo del fantastico. Lungi dall’essere una “narrativa d’evasione” dalla realtà, la grande arte immaginativa costituisce semmai una fuga nella realtà, uno degli specchi privilegiati attraverso cui scorgere con occhi rinnovati ciò che è dentro e fuori di noi, ogni giorno, una modalità conoscitiva ed espressiva fondamentale del nostro modo di raccontare il mondo e il posto dell’uomo nel cosmo, la politica, la società, il sesso, l’amore e la morte. E questo è particolarmente vero oggi, nella diffusa cultura transmediale e nella fusione dei generi narrati stessi.

Il presente corso, dedicato ogni settimana a un genere diverso (il fantasy, la fantascienza, l’horror), composto di lezioni teoriche,  esercitazioni e scrittura, lettura editing e commento in classe, estrarrà idealmente alcune carte da un mazzo di Tarocchi che arriva da molto lontano, nodi immaginativi antichi come i viaggi dell’Odisseao i mostri di Beowulf, e che pure continuano a ripresentarsi fecondi nelle sfide della scrittura contemporanea.

Come si suscita in narrativa lo stupore, il mistero, il terrore? Come si scrive una battaglia al tempo stesso epica e realistica? Come si impiegano i dati scientifici per rendere credibili invenzioni e scenari futuribili? Come si introduce l’insolito, il perturbante, lo spaventoso? Come si rendono attuali e intense figure dell’immaginario comune (Elfi, Streghe, Vampiri…) che rischierebbero di essere sbiadite e smussate dalla patina della scontatezza?

Si analizzeranno capolavori classici (da J. R. R. Tolkien a Ursula Le Guin, da Henry James a Ray Bradbury…) e grandi opere contemporanee (Stephen King, G. R. R. Martin, Joe Abercrombie, Richard Morgan, Sarah Pinborough…) capaci di portare i generi fantastici ai loro estremi confini, mescolandoli col noir, il western, lo storico, la commedia. Perché funzionano? E cosa invece non funziona in opere piú banali?

Si mostrerà come per scrivere un’opera di ambientazione fantastica sia fondamentale conoscere e amare altri generi narrativi, e che l’autore fantasy o sci-fi deve imparare da Tolstoy, Chandler e Littell non meno che da Lovecraft o Philip Dick.

Alla discussione teorica seguirà sempre l’assegnazione della scrittura in classe di un racconto su un tema (l’uomo-lupo, la casa stregata, un’invenzione sci-fi, un contatto alieno…) o un’ambientazione prescelta, per poi leggere e analizzare i lavori in un momento di condivisione ed editing comune.

 

GIORNI E ORARI

sabato 7 dicembre ore 10-13 /14.30-17.30

sabato 14 dicembre  ore 10-13 /14.30-17.30

sabato 21 dicembre ore 10-13 /14.30-17.30

 

COSTI

200 € (in promozione)

 

Per iscrizioni compila il form in fondo alla pagina, chiama il numero 055 2052548 o scrivi a info@scuolafenysia.it

I Docenti del Corso

Edoardo Rialti

Edoardo Rialti è traduttore e curatore di narrativa anglo-americana e letteratura fantasy e sci-fi per Mondadori, Rizzoli, Lindau, Marietti, Multiplayer. Ha curato e tradotto opere di Joe Abercrombie, C. S. Lewis, P. Brown, S. Lynch, G. K. Chesterton, W. Shakespeare, O. Wilde.

...leggi di più

Usando questo sito, accetti l’uso dei cookies.

Accetto