Il sentiero nascosto: come riscrivere un classico in quattro appuntamenti

IL SENTIERO NASCOSTO: COME RISCRIVERE UN CLASSICO IN QUATTRO APPUNTAMENTI 

“Immaginate i vostri romanzi preferiti, di Kipling, Dickens, Wilde, Shaw, Poe, memorizzati e riportati in vita tra trent’ anni. Quali involontarie modifiche subirebbero? Usher crollerà per poi risollevarsi? Gatsby, colpito, farà venti giri intorno alla piscina? Cathy di Cime Tempestose accorrerà al grido di Heathcliff da sotto la neve?

Prendiamo Guerra e pace. Non potrebbe darsi che, alla luce di un secolo di dittature totalitarie, i concetti di Tolstoj, erroneamente rammentati, vengano rielaborati politicamente così che i conflitti in seno alla società russa trovino diversa conclusione?

Che dire delle dolci eroine di Jane Austen ricordate da una femminista? Verranno riallineate come pedine sulla scacchiera della vita sociale del diciannovesimo secolo in una posizione di alto rango, arroganti fanciulle in fiore?”

Così il grande scrittore di fantascienza Ray Bradbury definiva la fan-fiction, che sotto altri nomi è  pratica diffusa da secoli: Orlando Paladino nasce come protagonista di un poema anonimo, la Chanson de Roland, e poi viene raccontato infinità di volte (due anche abbastanza vicine, con Boiardo e Ariosto).

E prima ci furono gli anonimi che ripresero ed esplorarono le strade di Omero e coloro che contribuirono a far nascere Le mille e una notte. Quel che conta non è l’idea originale, ma come si racconta. Guardate alla scrittura, ha detto Cory Doctorow, ricordando come la storia di Pigmalione sia passata dalla mitologia greca a Bernard Shaw e fino a My Fair Lady, per essere ancora rievocata, in modi diversi, in canzoni, leggende, giochi, storie.

“Non c’è nessuna idea nuova sotto il sole — scrive Doctorow – Le idee sono facili. Metterle in atto è difficile”.

È quello che il corso si propone Loredana Lipperini nel suo corso in quattro weekend: partendo da quattro classici, ne ripenseremo la trama e ne trarremo un racconto, senza limite di genere (se Orgoglio e pregiudizio è diventato un horror, i Promessi sposi può diventare un giallo).

Programma Febbraio/Giugno

24 – 25 Febbraio Frankenstein di Mary Shelley
24 – 25 Marzo La montagna incantata di Thomas Mann
27 – 28 Aprile Mary Poppins di Pamela Travers
2 – 3 Giugno Don Giovanni di Tirso de Molina

I Docenti del Corso

Loredana Lipperini

Loredana Lipperini è una scrittrice, giornalista e conduttrice radiofonica.

Collabora con le pagine culturali di Repubblica e conduce Fahrenheit su Radio3.

È fra i consulenti del Salone del Libro di Torino. Dal 2004 ha un blog, Lipperatura.

...leggi di più
Scarica il programma completo del corso, con le lectio magistralis relative al percorso didattico.
Leggi la Privacy

Usando questo sito, accetti l’uso dei cookies.

Accetto