Traduzione dei Testi Letterari

Diretto da Giovanna Granato, Marianne Schneider e Anna Maria Carpi
«Gli autori scrivono la letteratura nazionale, la letteratura mondiale la scrivono i traduttori».

José Saramago

Nel Rinascimento, quando Firenze era scuola del mondo, quella che oggi è la via dei Calzaiuoli si chiamava Corso dei Pittori per le numerose botteghe dell’arte che vi avevano sede. Quelle botteghe erano vere e proprie fucine, dove
i discepoli imparavano l’arte lavorando a stretto contatto con autentici maestri che offrivano a modello il proprio metodo di lavoro.

Da quelle fucine sono usciti alcuni degli artisti migliori di tutti i tempi e a quelle fucine e a quel modello di insegnamento si ispira il corso di traduzione letteraria di Fenysia, che proprio a Firenze trova la sua sede naturale. Non si può parlare di mondo senza parlare di traduzione, perché soltanto la traduzione consente lo scambio interculturale.

E non si può parlare di letteratura mondiale senza parlare di traduzione letteraria. Un paese che traduce libri stranieri ha la responsabilità, spesso sottovalutata, di formare traduttori letterari colti in grado di traghettare non solo la letteratura ma anche la cultura da una lingua all’altra con tutte le loro complessità, senza lasciare, come purtroppo spesso avviene, niente all’improvvisazione.

Il corso di traduzione letteraria di Fenysia nasce proprio dall’impellente necessità di creare un crogiolo dove la figura del traduttore letterario colto abbia il tempo e gli strumenti per potersi formare, anziché soltanto informare. Il suo
scopo è, appunto, formare traduttori letterari a tutto tondo con un orecchio esercitato a cogliere le grandi ricchezze e le minime sfumature della lingua da cui si traduce e una mano capace di renderle con la stessa maestria e duttilità in quella tradotta.

Il corso, della durata di tre mesi, si articolerà in tre classi di traduzione letteraria: Inglese – Italiano, Tedesco – Italiano e Italiano – Tedesco.

Ospiti speciali

  • Anna Antonelli
  • Mauro Conti
  • Alberto Crespi
  • Herman Dorowin
  • Ottavio Fatica
  • Mario Fortunato
  • Nadia Fusini
  • Paolo Isotta
  • Paolo Morelli
  • Susanne Müller – Wolff
  • Tim Parks
  • Lorenzo Pavolini
  • Paolo Repetti
  • Viktoria von Schirach
  • Uljana Wolf

 

Il corso inglese-italiano di Giovanna Granato:

Si toccheranno tutte le insidie che può presentare un testo letterario esercitandosi sui suoi vari aspetti, dal dialogo alle descrizioni, dalla prosa poetica alla lingua gergale, a partire da testi editi e inediti di natura diversa.

Gli allievi saranno perciò chiamati a misurarsi con autori di natura molto diversa che spazieranno dai classici ai
contemporanei concentrandosi soprattutto su: Charles Dickens, Flannery O’Connor, Ernest Hemingway, Tim Parks, David Foster Wallace e Edna O’Brien.

 

Il corso tedesco-italiano di Anna Maria Carpi:

Poiché ai traduttori esordienti e non esordienti gli editori italiani propongono in genere dei testi in prosa, la cui resa in italiano non è certo più facile, a lezione si intende sottoporre loro una serie di testi in prosa dei più noti e recenti autori di narrativa e saggistica e si consiglia la lettura del manuale dell’Accademia della Crusca, AA.VV. L’italiano, ed. Gedi, 2017 ss, reperibile nelle edicole.

 

Il corso italiano-tedesco di Marianne Schneider:

Il programma comprende autori con stili diversi tra di loro. Deve essere elastico e può cambiare da un giorno all’altro. Gli autori che verranno proposti sono:

  • Alberto Vigevani, da: Estate sul lago
  • Alessandro Piperno, da: Con le peggiori intenzioni
  • Antonio Delfini, da: Il ricordo della Basca
  • Gesualdo Bufalino, da: Argo il cieco
  • Gianni Celati, da: Narratori delle pianure e più tardi da Selve d’amore
  • Gianni Rodari, da: Favole al telefono
  • Giorgio de Chirico, da: Il cervello e la mano
  • Giorgio Manganelli, da: Centurie, possibilmente anche qualche corsivo
  • Italo Calvino, da: Racconti e più tardi nel corso Le città invisibili
  • Luchino Visconti, da uno o due scritti autobiografici
  • Luigi Meneghello, da: I piccoli maestri
  • Mario Fortunato, da: I giorni innocenti della guerra
  • Rosa Matteucci, da: Lourdes

 

Il corso di scrittura di Marco Rossari:

Il corso si prefigge di avviare e orientare gli studenti all’analisi e alla stesura di un testo letterario. Nelle ore di laboratorio, saranno esaminati problemi e occasioni inerenti alla scrittura, attraverso i brani di opere classiche e contemporanee.

Verranno affrontati il tema della lingua, del dialogo, dell’intreccio, del genere, del tempo narrativo, del personaggio, del punto di vista, attraverso il modello dei grandi scrittori e l’impiego di prove scritte.

Il corso vuole essere un laboratorio collettivo, di teoria ma soprattutto di pratica, prevedendo una serie di lezioni, ma anche di dialoghi e di esercitazioni, in un reciproco scambio di opinioni.

Si rivolge a studenti con una spiccata predisposizione per la scrittura e la traduzione, e si propone non solo di favorire lo studente nella stesura di un testo letterario, ma anche di aiutarlo a gestire i diversi registri in ogni tipo di lavoro legato alla scrittura, tornando utile a chi intenda scrivere un romanzo, ma anche a chi voglia tradurre o semplicemente lavorare con le parole.

 

Corso di scrittura di Michael Fehr (in lingua tedesca):

Le domande fondamentali che ci dobbiamo porre sono queste: che cos’è una parola, che cos’è il linguaggio, che cos’è una storia?

Esiste un’estetica del linguaggio, cioè delle regole secondo le quali si può lavorare in modo creativo con il linguaggio?Si può trascurare l’estetica del linguaggio nella vita di tutti i giorni? Tuttavia ci si trova molte volte inevitabilmente in situazioni in cui è necessario sapersi esprimere con parole comprensibili.

Quali sono i criteri che ci possono portare a una reciproca comprensione e con ciò a una discussione proficua? Quali sono i criteri che ci possono portare a fraintesi, e poi a discordia e dissidio?

In che modo è possibile plasmare il linguaggio, diciamo con uno scopo esclusivamente artistico e/o per un preciso scopo comunicativo secondo il talento individuale e le capacità e le predilezioni personali? Queste sono le domande di cui ci vogliamo occupare.

 

Corso di scrittura di Eva Maria Thüne (in lingua tedesca):

La scrittura è spesso, per non dire sempre, legata alla lettura di testi, a volte di uno in particolare, che sembra attendere una risposta. Lo stesso può capitare con parole colte in una conversazione; altre volte invece sono immagini, segni che si vedono, a provocare una reazione. Si tratta quindi di un circolo comunicativo creativo.

Durante gli incontri si parte da stimoli di questo tipo, come per esempio un testo, per andare sulle tracce dei personaggi e delle storie lì nascoste: figure, parole o immagini, che a loro volta possono generare la scrittura.

In particolare possono essere trattate tre domande: 1. come cambiare una prospettiva; 2. come far parlare le figure; 3. che cosa raccontano gli oggetti.

I Docenti del Corso

Giovanna Granato

Giovanna Granato ha dedicato la vita alla traduzione letteraria con brevissime incursioni nel mondo esterno.

Dopo essersi laureata cum laude con una tesi di traduzione e commento del testo antico Love’s Metamorphosis di John Lyly e aver frequentato un biennio alla Scuola Europea di Traduzione Letteraria ideata e realizzata da Magda Olivetti, dove ha studiato traduzione letteraria con Ottavio Fatica, scrittura con Giuseppe Pontiggia e letteratura con Valerio Magrelli, ha sfiorato il mondo del teatro lavorando per una stagione alla traduzione dei testi di lingua inglese per il Festival d’Autunno di Roma.

...leggi di più
Marianne Schneider

Marianne Schneider, nel 1980 ha cominciato l’attività di traduttrice letteraria con “Fratelli” di Carmelo Samonà. Fino a oggi ha tradotto molte opere di letteratura contemporanea, moderna e alcuni classici.  Qualche volta aggiungendo alla traduzione una postfazione, presentando l’autore ai lettori tedeschi..

...leggi di più
Anna Maria Carpi

Anna Maria Carpi, Milanese, scrittrice e traduttrice, professore ordinario di lingua e letteratura tedesca e di storia della lingua tedesca all’Università di Venezia dal 1980 al 2010. Dal 2010 al 2014 ha insegnato traduzione letteraria dal tedesco all’Università di Milano.

...leggi di più
Marco Rossari

Marco Rossari, scrittore e traduttore. Ha collaborato con il Sole24Ore, il Corriere della Sera, Rivista Studio, Il Riformista e altri giornali.

...leggi di più
Michael Fehr

Michael Fehr, scrittore, è nato e vive a Berna (1982).

Ha concluso gli studi all’Istituto di Letteratura Svizzero di Biel (Bienne) e poi all’Istituto Y dell’Accademia delle Belle Arti di Berna.

...leggi di più
Eva-Maria Thüne

Eva-Maria Thüne insegna lingua e linguistica tedesca all’Università di Bologna.

Si è occupata di vari aspetti della testualità dal punto di vista scientifico e anche come traduttrice e autrice.

...leggi di più
Scarica il programma completo del corso, con le lectio magistralis relative al percorso didattico.
Leggi la Privacy

Usando questo sito, accetti l’uso dei cookies.

Accetto