Recensione SUMO KITTY – D. Biedrzycki

Quindicesimo giorno del Calendario dell’Avvento

Ringraziamo Albe Edizioni per i testi e Libreria Sopra la Penna per le foto

 

SUMO KITTY

Un gattino giapponese impara a crescere grazie alla passione per il Sumo. Kitty è un gattino randagio con una grande passione per la zuppa che tutte le sere i lottatori di Sumo mangiano nella loro heya, il centro dove si allenano. Una sera il nostro eroe si ritrova nel posto giusto al momento giusto: nella heya entra un topo, e chi meglio di un gatto può dare la caccia ai topi? Così Kitty diventa la mascotte dei lottatori.
Ben presto, però, la vita pacifica e l’abbondanza di cibo lo rendono grasso e lento. Kitty si ritrova sbeffeggiato dai topi e, ormai inutile, viene cacciato. Riuscirà a riacquistare la sua felina dignità e a sconfiggere i malefici topolini?

“Esistono molti proverbi saggi e belli. Uno di questi è “Un viaggio di mille chilometri comincia col primo passo”. Vuol dire che anche le grandi cose nascono piccole. Un altro dice “Anche le scimmie cadono dagli alberi”. Vuol dire che anche gli esperti commettono errori. Ma il più importante per me è questo: “Cadi sette volte, rialzati otto.” Vuol dire non mollare mai.”

 

L’AUTORE

David Biedrzycki (Taylor, Pennsylvania, 1955) comincia a lavorare come illustratore nel 1980. Nei primi anni Novanta l’incontro con l’autore Jerry Pallotta lo introduce al mondo dell’illustrazione per l’infanzia. Nel 2004 pubblica il suo primo libro per bambini in veste di scrittore-illustratore. SumoKitty è il suo primo libro tradotto in italiano.

 

 

Ti potrebbe interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Usando questo sito, accetti l’uso dei cookies.

Accetto